martedì 7 febbraio 2012

AMIANTO DETERIORATO ABBANDONATO (dove ? Ma in una … caserma)

amianto abbandonato al proprio (?) ... destino
IL BLITZ DI DIVERSE ASSOCIAZIONI FIORENTINE CONTRO L'ETERNIT. 

Firenze, 6 febbraio 2012 - Sono stati trovati 200 metri quadrati di amianto deteriorato nel corso di un blitz all'interno di una caserma abbandonata in via Tripoli, realizzato da Occupy Firenze, Movimento di Lotta per la Casa, Circolo Anarchico, Brigate di Solidaridetà Attiva ed altre associazioni fiorentine. ''La zona è ad altissimo rischio di esposizione alle fibre di amianto, causa, tra l'altro, di carcinomi polmonari, tumori del tratto gastro-intestinale, della laringe e non solo''.

Il materiale, si spiega in una nota, ricopre le tettoie del cortile della caserma e in parte è accumulato a terra, senza protezioni. ''Un esperto del settore da noi convocato - informano gli autori del blitz  - ha dichiarato la zona ad altissimo rischio di esposizione alle fibre di amianto, causa, tra l'altro, di carcinomi polmonari, tumori del tratto gastro-intestinale, della laringe''.''Occupy Firenze - conclude la nota - prosegue nell'opera di denuncia dello stato di abbandono doloso del bene pubblico e del rischio a cui sono esposti gli abitanti del quartiere di Santa Croce e della città''.
N.B.: Articolo tratto da pagine web de "la nazione.it".
ormai lo troviamo (l'eternit) abbandonato ovunque
Personalmente non aggiungo altro se non soffermarmi, quale laringectomizzato (ossia l’aver subìto l’asportazione della laringe e relative corde vocali con conseguente perdita dell’uso della parola – parola poi recuperata seguendo appositi corsi di rieducazione, si parla ma sempre senza le corde vocali – causa tumore) sul fatto che ora NON sono più le forze dell’ordine ad individuare quindi perseguire o segnalare a chi di dovere irregolarità (civile o penali che siano) ma bensì il cittadino sotto forma di associazioni ed, guarda caso, in quest’occasione (se così la si può chiamare – non penso sia l’unica…) l’irregolarità o reato é proprio ‘a casa’ (in essere od in disuso la cosa non cambia di molto) di chi queste regole (o leggi che siano) le dovrebbe far rispettare: in una caserma militare. Non dimentichiamoci che questo non è e non sarà ne il primo e nemmeno l’ultimo caso di ‘noncuranza’ delle norme legislative e di ‘estrema superficialità’ di chi dovrebbe provvedere a tutelare la salute propria ed altrui. Un saluto. Luciano Cremascoli -