domenica 30 ottobre 2011

I GIORNI DEL VOLONTARIATO

Seconda mostra-presentazione delle Associazioni di Volontariato per farsi conoscere e accogliere adesioni.

Sabato 5 e Domenica e Novembre 2011 a conclusione del 2011, Anno Europeo delle Attività Volontarie che promuovono la cittadinanza attiva, l’AIM (Associazione Interessi Metropolitani) e la CIESSEVI (Centro di Servizio per il Volontariato per la Provincia di Milano con il patrocinio di diversi Enti, Fondazioni  ed Imprese pubbliche e private invitano le associazioni milanesi ad incontrare la città in singoli stand informativi ed attraverso dibattiti, incontri, filmati e musiche. Un’occasione facile e diretta per conoscere chi lavora a Milano, in oltre 200 associazioni, per far crescere i valori della solidarietà, della non violenza, del rispetto dell’altro e della cittadinanza responsabile.. Quest’ultimo concetto non è riferibile esclusivamente alla sola città di Milano ma va inteso applicabile a qualsiasi comunità, dalle grandi metropoli ai più piccoli centri (rurali oserei dire), dall’estremo nord al profondo sud, dall’est all’ovest della nostra Penisola ove il volontariato, stante l’attuale sistema assistenziale (assai carente sia per strutture che per persone e progetti) non può essere assente.
La manifestazione si terrà (come già detto sabato 5 e domenica 6 novembre) presso il “PALAZZO DELLE STELLINE” (a Milano) in Corso Magenta n. 59, 61 e 63 dalle ore 10:00 alle 18:30 naturalmente con ‘ingresso libero e gratuito’ per tutti coloro che vogliano conoscere (o già conoscono) il mondo del volontariato sia sotto l’aspetto vero e proprio del volontario (attivo) o sia interessato puramente quale sostenitore (anche in quel caso è fare del volontariato) o, non ultimo, ne sia attirato da semplice curiosità di un mondo a lui sconosciuto dalle mille sfaccettature considerate le molteplici attività e mansioni di cui il volontario con le associazioni di volontariato si occupa. Va precisato che alla manifestazione saranno presenti associazioni non solo 'milanesi' (cittadine) ma anche associazioni operanti a livello territoriale, provinciale, regionale, nazionale e, perché no, internazionale. 

Naturalmente anche l’AILAR – Associazione Italiana Laringectomizzati – onlus è presente con un proprio stand informativo. L’Ailar, associazione a livello nazionale, si occupa della Rieducazione alla Parola dei Laringectomizzati  ossia di coloro che hanno subìto a causa di un tumore alla Laringe  l’asportazione della stessa (e conseguentemente delle corde vocali) con perdita dell’uso della parola. Concludo con l’augurio che questa manifestazione abbia un nutrito ed interessato pubblico e che raccolga ampi consensi ma soprattutto porti a conoscenza del pubblico presente l’importanza del ruolo del volontariato e delle associazioni nel ‘campo’ della solidarietà e che in molti possano dire: io c’ero. Un saluto. Luciano Cremascoli -