mercoledì 2 febbraio 2011

SAN BIAGIO - 3 Febbraio

Poche parole solo per ricordare che domani, Giovedì 3 Febbraio è San Biagio, protettore dei cardatori, dei materassai, dei suonatori di strumenti a fiato, degli otorinolaringoiatri, di tutti noi che abbiamo una gola, degli animali e delle attività agricole. San Biagio, nella sua qualità di Medico, in particolare per la guarigione dalle malattie della gola, è tra i quattordici Santi ausiliatori. Durante la sua celebrazione liturgica, in molte chiese i sacerdoti benedicono le gole dei fedeli accostando ad esse due candele; per questo è anche patrono degli ammalati della gola e degli otorinolaringoiatri. Personalmente come ‘Laringectomizzato’ non potevo di certo dimenticarmi di … LUI. La più antica citazione scritta sul santo è contenuta nei Medicinales di Ezio di Amida, vissuto nel VI secolo. A riguardo dei mali di gola, nella traduzione latina di Giano Corsaro dell'opera del medico greco, si legge: « Se la spina o l'osso non volesse uscire fuori, volgiti all'ammalato e digli «Esci fuori, osso, se pure sei osso, o checché sii: esci come Lazzaro alla voce di Cristo uscì dal sepolcro, e Giona dal ventre della balena.» Ovvero fatto sull'ammalato il segno della croce, puoi proferire le parole che Biagio martire e servo di Cristo usava dire in simili casi “O ascendi o discendi” ».

Per chi volesse saperne di più: http://it.wikipedia.org/wiki/Biagio_di_Sebaste - Un saluto