venerdì 25 febbraio 2011

SEMBRAVA LA FINE DEL MONDO (Eh…Già di Vasco Rossi)

Questo brano che propongo non è stato scelto a caso oppure perché è prossimo ad uscire sul mercato, perché interpretato da Vasco Rossi (dopotutto non mi è nemmeno molto … simpatico) ma perché mi ricorda un ‘passaggio’ molto particolare della mia vita che, come dice la prima strofa del testo “sembrava la fine del mondo” (la mia fine) ed invece “sono ancora qua” e sono già passati quasi sei anni  da allora. Qualcosa  che non va, un po’ qua, un po’ la, ci può essere, un po’ così ma, però, così, si và. Insomma, non ‘funzionerà’ tutto a dovere (come un orologio svizzero) ma, l’importante è che dopotutto sono ancora qui e questa è, almeno per me, la cosa più importante.
Per chi non avesse ancora capito cosa intendo dire è il riferimento a quel giorno di Agosto del 2005 che mi è stato comunicato senza troppi mezzi termini che se non mi fossi operato al più presto di LARiNGECTOMIA TOTALE (asportazione della Laringe e relative corde vocali con conseguente perdita dell’uso della parola – uso della parola poi imparato ex-novo in apposita scuola – ora insegno a parlare a coloro che sono stati operati dopo di me) avrei avuto ancora non più di due mesi di vita. Ecco che questo brano con quel suo “eh già, sembrava la fine del mondo, un po’ così….” mi ricorda quei momenti. Naturalmente ho seguìto alla lettera i ‘consigli’ dei medici. Sono sicuro che chiunque abbia subìto lo stesso mio intervento chirurgico (chi decine d’anni fa, chi anni, chi mesi) ascoltando con attenzione il testo di questo brano la sua mente ‘correrà’ a quel triste giorno (in quel momento ho visto il buio assoluto davanti a me, la mente si è fermata improvvisamente prima di riuscire a mettere a fuoco la situazione e decidere l’unica cosa utile da fare, non c’era possibilità di … scelta) per poi ‘rimbalzare’ immediatamente ad oggi  e lo sguardo cercherà uno specchio al fine di accertarsi che, “dopotutto, la vita che va e non va, sembrava la fine del mondo ma, sono ancora qua, io SONO ANCORA QUA, EH…GIA’”.
Ma ascoltiamoci con calma il buon Vasco Rossi magari non prima di aver letto il testo oppure, meglio ancora, ascoltare il brano, guardare il video (osservando le espressioni del cantautore) e, se si riesce leggerne contemporaneamente il testo. Buon ascolto-lettura-visione.
Eh…Già di Vasco Rossi

eh già
sembrava la fine del mondo
ma sono ancora qua
ci vuole abilità
eh, già
il freddo quando arriva poi va via
il tempo di inventarsi un'altra diavoleria

eh, già
sembrava la fine del mondo
ma sono qua
e non c'è niente che non va
non c'è niente da cambiare

col cuore che batte più forte
la vita che va e non va
al diavolo non si vende
si regala

con l'anima che si pente
metà e metà
con l'aria, col sole
con la rabbia nel cuore
con l'odio, l'amore
in quattro parole
io sono ancora qua

eh, già
eh, già
io sono ancora qua

eh, già
ormai io sono vaccinato, sai
ci vuole fantasia
e allora che si fa?
eh, già
riprenditi la vita che vuoi tu
io resto sempre in bilico
più o meno, su per giù

più giù, più su
più giù, più su

più su, più giù
più su, più giù
più su, più giù
più su

col cuore che batte più forte
la vita che va e non va
con quello che non si prende
con quello che non si dà

poi l'anima che si arrende
alla malinconia
poi piango, poi rido
poi non mi decido
cosa succederà?

col cuore che batte più forte
la notte ha da passà
al diavolo non si vende
io sono ancora qua

eh, già
eh, già
io sono ancora qua
eh, già
eh, già
io sono ancora qua
io sono ancora qua
eh, già
eh, già

Eh già
sembrava la fine del mondo
ma sono ancora qua
ci vuole abilità
eh, già
il freddo quando arriva poi va via
il tempo di inventarsi un'altra diavoleria
Eh, già
sembrava la fine del mondo
ma sono qua
e non c'è niente che non va
non c'è niente da cambiare
Col cuore che batte più forte
la vita che va e non va
al diavolo non si vende
si regala
Con l'anima che si pente
metà e metà
con l'aria, col sole
con la rabbia nel cuore
con l'odio, l'amore
in quattro parole
io sono ancora qua
Eh, già
eh, già
io sono ancora qua
Eh, già
ormai io sono vaccinato, sai
ci vuole fantasia
e allora che si fa?
eh, già
riprenditi la vita che vuoi tu
  io resto sempre in bilico
più o meno, su per giù
Più giù, più su
più giù, più su
Più su, più giù
più su, più giù
più su, più giù
più su
Col cuore che batte più forte
la vita che va e non va
con quello che non si prende
con quello che non si dà
Poi l'anima che si arrende
alla malinconia
poi piango, poi rido
poi non mi decido
cosa succederà?
Col cuore che batte più forte
la notte ha da passà
al diavolo non si vende
io sono ancora qua
Eh, già
eh, già
io sono ancora qua
eh, già
eh, già
io sono ancora qua
io sono ancora qua
eh, già
eh, già.
U n   S a l u t o -