giovedì 17 marzo 2011

INSETTI A TAVOLA (nulla di cui...stupirsi)

In questo periodo cerco di dare sempre più importanza ai benefici che certi cibi possono apportare al nostro organismo. Nel mio orto ho piantato cavolfiori, cavoli cappuccio, broccoli e cavoli rapa, cibi con ottime proprietà benefiche. La mia ricerca Ovviamente non si è fermata ai cibi tradizionali. Qualche mese fa, ricordo di aver visto in tv un uomo che mangiava insetti  facendo  il giro di ristoranti e fattorie dove a questi ultimi era dato il compito di nutrire e apportare le giuste vitamine ai “cuor di leone” che avessero deciso di cibarsi in tal modo. E’ così che tra un video ed un altro mi rendo conto di come noi ‘snobbiamo’ gli insetti in tavola che in realtà sarebbero un tocca sana per il nostro organismo, preferendo cibi che  conquistano con i loro sapori ma che in realtà non apportano nulla. Mi domando:  come mai mangiamo con tanta tranquillità gamberi, granchi, ostriche, astici e non diamo spazio a ragni, cavallette, grilli ecc. ? Per esempio guardate (se avete lo stomaco forte) questo video.
Forse solo un’impostazione mentale o un rifiuto categorico, forse solo una questione di abitudine o di educazione alimentare. Eppure apprendo dal web che gli insetti sarebbero un tocca sana per il nostro corpo. Sicuramente non voglio far intendere che li mangerei o che sto pensando di farlo, ma un confronto con Voi non farà sicuramente male. Vi aspetto, o meglio, aspetto il vostro parere. Un saluto. Luciano Cremascoli -