domenica 20 marzo 2011

MOTO GP (1° Stoner, Rossi su Ducati…lontanucci !)

MOTOMONDIALE GP – Stagione 2011 – QATAR – Prima Gara in Calendario - CASEY STONER con la Honda vince uno spettacolare GP del Qatar, davanti a Lorenzo, ribadendo il suo feeling con la pista di Losail - 4° successo in 5 edizioni e poteva essere cinquina senza la follia dell'anno scorso - e la superiorità in pista della moto della Casa di Tokyo, che piazza 4 RC212V nelle prime 5 posizioni. Sorprende la tenacia di Lorenzo, che coglie un 2° posto insperato nei toni e tempi della vigilia, andando oltre i limiti della sua Yamaha e vincendo anche il suo personale duello di marca iberica con Dani Pedrosa, alla fine 3°. VALENTINO ROSSI, bontà sua, con la DUCATI (pilota e moto con i nostri colori nazionali) ha limitato i danni, cogliendo un 7° posto che, si spera, al momento rappresenta forse il massimo delle sue possibilità. Gran spettacolo, gara intensa, che ha vissuto di una fiammata iniziale di Lorenzo, bravo a capitalizzare al massimo il rendimento di una Yamaha che non è al livello delle Honda, ma che, sul passo, non è poi così lontana, e dei duelli di Pedrosa, prima con Stoner, poi con il campione del mondo. Dani ha provato a fare le lepre, ma è stato braccato e sorpassato a 11 giri dalla fine da Stoner, che si è involato sul suo trionfale cammino. Da lì a poco, Pedrosa, ha ceduto pure a Lorenzo, ottimo secondo. Dovizioso ha chiuso 4°, davanti a Simoncelli, con cui ha duellato a lungo. Ritirato Capirossi nelle prime battute. Quindi, ecco l’ordine d’Arrivo della prima Gara Stagionale: 1° CASEY STONER (su HONDA) – 2° J.Lorenzo (Yamaha) – 3° D. Pedrosa (Honda) – 4° A.Dovizioso (Honda) – 5° M.Simoncelli (Honda) – 6° B.Spies (Yamaha) – 7° VALENTINO ROSSI (DUCATI) – 8° C.Edwards (Yamaha) – N.Hayden (DUCATI) - 10° H.Aoyama (Honda).   
Come diceva mio nonno, “chi ben comincia è a metà dell’opera”. Visto il risultato di questa prima 'esperienza' (un Valentino Rossi, Italiano su una Moto - Ducati -  anch’essa Italiana – l’accoppiata che ogni Italiano si aspettava da anni, così come ce lo si aspetterebbe nell’Automobilismo, in Formula 1) si deve riconoscere che “l’opera” per Rossi-Ducati NON è ancora nemmeno iniziata (9 punti con un 7° posto faticosamente ‘rosicchiati’ con il suo mitico portafortuna numero 46 che questa volta di fortuna gliene ha portata veramente pochina e 7 punti  Hayden che non ha fatto di meglio con il suo 9° posto sempre su Ducati) . Il buon Valentino, da parte sua, può avere l’attenuante di una spalla ancora non al 100% (lo sarà mai visto che ha già subìto un intervento chirurgico che doveva ‘garantirgli’ piena efficienza ?) e la Moto (con i suoi tecnici e meccanici) non è ancora entrata pienamente in sintonia con il pilota, almeno, così si spera come si spera in un netto e rapido miglioramento dell’acccopiata pilota-moto in modo da creare ed avere un tutt’uno vincente (si spera) sin dalla prossima ‘battuta’ (gara) il 3 Aprile ad Jerez in Spagna. Un saluto – Luciano Cremascoli -